Carbonara…vegetariana!

Ho sempre pensato che la Carbonara è sacra! Non è una ricetta che si può modificare con i gusti personali, non si può alterare…no, la carbonara è una e una sola!

E lei è l’unica, quella vera… ma, se partissimo dall’idea di fondo per creare varianti, ricette completamente nuove, diverse, un pò come il Risotto alla carbonara ?

E via alle varianti più bizzarre, tra le varie ricette che si trovano in giro ce ne sono alcune davvero interessanti e altre diciamo…un pò meno! 😀

image5-1

Nel mio ultimo viaggio a Parma ho avuto l’occasione di fare un corso di cucina con lo chef Paolo Cinquanta.

Avevo praticamente costretto mio marito a partecipare, ma diciamo che mentre lui passava più tempo al telefono io ne approfittavo per un corso di cucina tête-à-tête! 

Un corso di cucina tutto per me… vi potete immaginare quante domande ho potuto fare a quel povero uomo! E se… E invece… E lei che ne pensa di…

Beh il corso doveva durare 3 ore e invece, all’ora di cena eravamo ancora li… lui ama insegnare ai giovani, io amo imparare dagli chef di una volta, quelli che ti insegnano i veri trucchi dei fornelli, un pò come se stessi imparando da una nonna, si ma da una nonna chef! 😉 image4

Tra le ricettine a base di verdure di quel corso c’era la sua versione della Carbonara vegetariana e da quel momento è scattato qualcosa… si, mio marito ha messo giù il telefono ed ha iniziato a mangiare! 😛

Semplice, veloce e gustosissima!

In una padella a freddo olio e zucchine tagliate a brunoise.

Parentesi, abbiamo fatto praticamente un mini corso nel corso…tutto sui tagli! E io che credevo di conoscerne già abbastanza… 😀

image2-2

Non appena saranno ben rosolate aggiungere i pomodori secchi. (anche se noi purtroppo abbiamo dovuto utilizzare i pomodorini freschi)

image1-5

In una scodellina a parte sbattere un uovo con sale, pepe, parmigiano reggiano e acqua frizzante.

Far saltare le pappardelle nella padella con le zucchine e aggiungere lo sbattuto di uovo.

Far rosolare in padella appena per far cucinare l’uovo e voilà pronta da servire!

image3-2

Provate e fatemi sapere!

 

Annunci

Risotto alla Carbonara

Già mi immagino la faccia dei Romani, di quelli veri, fino in fondo al cuore, di quelli che la Carbonara è sacra e non esistono rivisitazioni…

Datemi un’opportunità please… provate questa ricettina che ho imparato al corso di cucina Coquis (di Roma tra l’altro…) e fatemi sapere se non pensate anche voi che la Carbonara, con la pasta o con il riso è pur sempre la numero uno! 😉

E’ semplice, veloce e da non tralasciare per importanza se avete una cena potete preparare in anticipo il riso e terminare la preparazione al momento dell’arrivo degli ospiti! Oltre a regalare uno show cooking di tutto rispetto, farete un figurone con un piatto decisamente creativo, bello da vedere e ovviamente da leccarsi i baffi ( per chi li ha! 😛 )

unnamedIngredienti per 4 persone:

280 gr di riso carnaroli

160 gr di guanciale ( se lo sostituirete con la pancetta…beh non fatemelo sapereeeee!! 😀 )

60 gr di pecorino romano

4 tuorli (uno a testa… un piatto non proprio leggerissimo… ma meglio così, non dovrete occuparvi di un secondo troppo elaborato! 😉 )

olio extra vergine d’oliva

sale – pepe nero

Preparate un brodo vegetale e tenetelo caldo.

Nella pentola dove cucinerete il risotto fate prima rosolare il guanciale tagliato a striscioline.

Togliete il guanciale dalla pentola e mettere da parte. Ora fate tostare il riso nel grasso del guanciale.

Una volta tostato il riso, aggiungetevi gradualmente il brodo vegetale girando continuamente. Continuate fino a cottura e poco prima salare e pepare.

Togliete il risotto dal fuoco e mantecare con olio extra vergine d’oliva e metà del pecorino.

A questo punto potete concentrarvi sulla preparazione del piatto:

IMG_2824

Mettete il risotto su un piatto fondo, fate una piccola fossetta nel centro e adagiarvi il tuorlo di uovo. Spolverate con il restante pecorino, un pizzico di pepe e guarnite con il guanciale croccante.

IMG_2829Adesso tocca al vostro ospite… per mangiarlo come si deve dovrà mescolare il risotto rompendo il tuorlo e amalgamando così tutti gli ingredienti!

Idea: Se non vi piace l’idea del tuorlo crudo potete optare per scaldare il piatto pronto nel microonde per qualche secondo!

(della serie non ci sono scuse per non mangiare questa delizia!!! )

Buon appetito a tutti, Romani e non!

J.