Carbonara…vegetariana!

Ho sempre pensato che la Carbonara è sacra! Non è una ricetta che si può modificare con i gusti personali, non si può alterare…no, la carbonara è una e una sola!

E lei è l’unica, quella vera… ma, se partissimo dall’idea di fondo per creare varianti, ricette completamente nuove, diverse, un pò come il Risotto alla carbonara ?

E via alle varianti più bizzarre, tra le varie ricette che si trovano in giro ce ne sono alcune davvero interessanti e altre diciamo…un pò meno! 😀

image5-1

Nel mio ultimo viaggio a Parma ho avuto l’occasione di fare un corso di cucina con lo chef Paolo Cinquanta.

Avevo praticamente costretto mio marito a partecipare, ma diciamo che mentre lui passava più tempo al telefono io ne approfittavo per un corso di cucina tête-à-tête! 

Un corso di cucina tutto per me… vi potete immaginare quante domande ho potuto fare a quel povero uomo! E se… E invece… E lei che ne pensa di…

Beh il corso doveva durare 3 ore e invece, all’ora di cena eravamo ancora li… lui ama insegnare ai giovani, io amo imparare dagli chef di una volta, quelli che ti insegnano i veri trucchi dei fornelli, un pò come se stessi imparando da una nonna, si ma da una nonna chef! 😉 image4

Tra le ricettine a base di verdure di quel corso c’era la sua versione della Carbonara vegetariana e da quel momento è scattato qualcosa… si, mio marito ha messo giù il telefono ed ha iniziato a mangiare! 😛

Semplice, veloce e gustosissima!

In una padella a freddo olio e zucchine tagliate a brunoise.

Parentesi, abbiamo fatto praticamente un mini corso nel corso…tutto sui tagli! E io che credevo di conoscerne già abbastanza… 😀

image2-2

Non appena saranno ben rosolate aggiungere i pomodori secchi. (anche se noi purtroppo abbiamo dovuto utilizzare i pomodorini freschi)

image1-5

In una scodellina a parte sbattere un uovo con sale, pepe, parmigiano reggiano e acqua frizzante.

Far saltare le pappardelle nella padella con le zucchine e aggiungere lo sbattuto di uovo.

Far rosolare in padella appena per far cucinare l’uovo e voilà pronta da servire!

image3-2

Provate e fatemi sapere!

 

Annunci

Crema pasticcera ~ cooking class

Ingredienti:eab9da0af48cc0f7588c1c953c670445

4 tuorli d’uovo
500 ml di latte
150 gr di zucchero
30 gr di farina
vaniglia o scorza di limone
1 pizzico di sale

Procedimento:

In un pentolino far bollire il latte, aggiungervi un pizzico di sale e la vaniglia in infusione per qualche minuto.

10675503_787035651337949_3452282108196238612_nSeparatamente, lavorare i tuorli e lo zucchero con una frusta, fino ad ottenere un composto “spumeggiante”. (circa 2/3 minuti)

Unirvi quindi la farina setacciata, il latte caldo passandolo con un colino, e rimettere il tutto sul fuoco.

Mescolare senza interruzione per 5 minuti.

Lasciar raffreddare.

La vostra crema è pronta!
Perfetta per la torta della nonna, i bignè o semplicemente così com’è!!

10380913_787035671337947_4954250141742966097_n 0832a675af12bd362b95b7de8868f44d

Nella scuola di cucina Cordon Bleu la Pasta frolla si fa così…

Ci iscriviamo ad un corso di cucina? Perchè no!IMG_4640

E da li i corsi di cucina non finirono più… forse perchè penso che ogni grande Chef ha qualcosa di nuovo da insegnare, forse perchè amo avere intorno persone che ricercano la buona cucina proprio come me o forse semplicemente perchè mi piace osservare come una stessa ricetta può cambiare drasticamente in base agli ingredienti scelti dal suo Chef…

…e per la pasticceria anche solo un  grammo in più o in meno fa davvero la differenza!

Uno dei primi corsi di cucina è stato proprio quello di pasticceria nella scuola Cordon Bleu di Roma; cucina dell’Hotel Sheraton all’Eur, insegnante meravigliosa, e tutti i sabato mattina occupati dalla mia grande passione!

E’ proprio qui che nascono alcune delle ricette che sono diventate con gli anni i miei “cavalli di battaglia” vedi la Torta Caprese e i Bignè che sono spesso presenti sul tavolo prima e nello stomaco degli invitati poi! 🙂

In questi giorni però ho pubblicato sul mio profilo Instagram ( @julia.rinaldii) le foto della crostata con marmellata ai mirtilli e di quella alla Nutella… e come promesso ( @usiele questa è per te) eccoci quindi con la ricetta!

IMG_4658

Ingredienti:IMG_4602

300 gr di farina 00

150 gr di burro

120 gr di zucchero

3 tuorli d’uovo

una presa di sale

scorza grattugiata di 1/2 limone

PS: ricordatevi di tirare fuori dal frigorifero gli ingredienti almeno un paio d’ore prima di cominciare a cucinare, per fare in modo che abbiano tutti più o meno la stessa temperatura. *

Preparazione:IMG_4597

Disponete a fontana la farina setacciata, aggiungete il burro a pezzetti ( che dopo un paio d’ore fuori dal frigorifero * sarà morbidissimo), lo zucchero, i tuorli, la scorza di limone e il sale.

Amalgamate velocemente gli ingredienti e formate una palla; avvolgetela in carta da forno o in un canavaccio e lasciatela riposare in frigorifero almeno mezz’ora.

Spianate poi l’impasto direttamente sulla carta da forno che andrete a posizionare nella vostra tortiera ( per agevolarvi il lavoro ). L’alternativa è di spianare l’impasto, imburrate e infarinare perfettamente la tortiera e adagiarvi poi il disco di pasta frolla evitando di farlo rompere! 😛

Forare con una forchetta la base della nostra crostata.IMG_4618

Adesso dipende tutto dal “ripieno”…

-> Se optate per la crostata con la marmellata, potete mettere la farcitura già a questo punto della preparazione e quindi decidere se terminarla con le strisce o meno. Infornate in fono già caldo (200°) per circa 30 minuti.

In questo caso vi do dei semplicissimi consigli tecnici:

IMG_4616– la pasta deve essere alta quanto sarà alta la farcitura

– ogni 400 gr di marmellata si aggiunge un cucchiaio di farina per lavorarla meglio

– ponete la marmellata in un pentolino per scioglierla e poterla lavorare meglio

– se la farcitura vi sembra ancora troppo densa potete allungarla con una goccia del liquore che si adegua di più alla marmellata scelta (es. Brandy)

-> Se optate invece per la classica crostata alla Nutella, questa andràIMG_4610 prima precotta con un foglio di carta da forno sul quale dovrete adagiare i pesi da cucina ( se non li avete potete anche sostituirli con dei legumi secchi ). Lasciatela quindi cuocere per la metà del tempo (15 minuti) , tiratela fuori, aggiungete la nutella e rinfornate per ulteriori 15 minuti.

– trucchetto? lavorate la Nutella con della marmellata di albicocca ( 1/4 rispetto alla quantità di Nutella utilizzata) … il risultato sarà fantastico!

Non vi resta che provare e farmi sapere!

Potete taggare le vostre creazioni su Instagram utilizzando #cookyoursecret

Alla prossima ricetta!

Quando il classico Tiramisù non ci basta più…

~ Tiramisù alle Fragole ~

IMG_4247
 
Ingredienti:
2 confezioni di fragole
250gr di mascarpone
4 uova
5 cucchiai di zucchero
savoiardi


Note: Un paio di ore prima di iniziare il vostro Tiramisù tagliate a piccoli pezzetti le fragole e condirle con 2/3 cucchiai di zucchero e lasciar riposare per creare il sughetto nel quale poi inzupperemo i savoiardi.

 

Intingere i savoiardi nel sughetto ottenuto dalle fragole e creare il primo strato del nostro dolce.
Coprire con la crema e con parte delle fragole.

Crema:Battere 4 tuorli d’uovo con 5 cucchiai di zucchero. Quando puoi aggiungi il mascarpone amalgamando delicatamente.
Unire il tutto con gli albumi montati a neve.

Procedere con il secondo strato e terminare cospargendo di fragole e qualche ricciolo di cioccolato bianco.

 

Note: Tenetelo in frigo per almeno mezza giornata prima di mangiarlo.

Chissà che direbbe il grande Matt Preston di questa ricettina… Omaggio alla puntata di Masterchef di ieri!

~ Ossibuchi di vitello con funghi porcini ~

 
Ingredienti:
4 ossibuchi di vitello
100 gr di sedano
100 gr di carote
100 gr di cipolla
1 spicchio d’aglio
40 gr di funghi porcini secchi
1.5 dl di brodo di carne o vegetale
1 dl di vino bianco
farina q.b.
olio q.b.
sale e pepe q.b.
 
Post it: fate un taglio sui bordi degli ossibuchi per non farli arricciare in cottura!

Salare e pepare la carne su entrambi i lati prima di cuocere.

Tagliare le verdure a dadini formando la mirepoix: misto di carote, sedano e cipolla tagliati a piccoli cubetti che può essere crudo, soffritto, saltato con un grasso, o arrostito

In una padella ben calda, scaldare con l’olio il mix di sedano, carote e cipolla.

Nel frattempo rosolare gli ossibuchi precedentemente infarinati (o non, in base alle preferenze) per 4/5 minuti per lato.

Una volta rosolati, buttate l’olio di cottura,e nella stessa padella saltate i funghi secchi con uno spicchio d’aglio.

Aggiungete carne e funghi alle verdure. Sfumate il tutto con del vino bianco, aggiungete del brodo quasi a coprire la carne e lasciate cuocere con il coperchio a fiamma bassa per all’incirca 45 minuti.

Quando risulteranno morbidi e succosi saranno pronti!

Alternativa ai funghi porcini?
Perfetti anche con i broccoletti, i carciofi o semplicemente al pepe.

NB: ricetta corso di cucina Coquis