“Pastificio San Lorenzo” ~ Roma

“Diffidate delle diete, una salute conservata con una dieta troppo severa è come una noiosa malattia”

(cit. Montesquieu dal film “La cuoca del Presidente”)
Eccone un altro, uno di quei ristorantini che sembrino solo dire PRENOTA un tavolino dai!!! 😀pastificio-san-lorenzoQuesta volta mi ritrovo nella cara San Lorenzo che da qualche anno non si fa parlar dietro e ci invita in questo splendido Ristorante chiamato Pastificio in Via Tiburtina 196.
Entri e la tua attenzione viene subito catturata dal lungo bancone sullo sfondo della sala…qualche sgabello davanti e i baristi subito pronti a prepararti un cocktail e/o un calice di vino se devi aspettare qualche minuto per essere accompagnato al tavolo.
Il locale è tutto bianco con mille faretti che scendono dal tetto creando quell’ atmosfera che va dal moderno al tradizionale senza tralasciare nessun dettaglio… 🙂

Ma parliamo del menù ragazzi, qui tutto è ricercatissimo, qui tutti i prodotti sono selezionatissimi ma soprattutto qui si punta 5a9eca6f-f25e-4ec9-a2cc-f3d9605eba14sulla QUALITÀ… e direi FINALMENTE qualcuno che si ricorda che esiste anche quella oltre all’ impiattamento e ai paroloni che il più delle volte sono utilizzati solo per mascherare il vero prodotto che c’è nel piatto!
Ordiniamo e tempo due minuti ci solleticano lo stomaco (solleticano perché, non so voi, ma io arrivo sempre al ristorante con una voragine nello stomaco!!!) con un bocconcino-ino-ino di un mix di sapori di cui vorresti avere la ricetta o quanto meno il vassoio intero!

Questa volta eravamo solo in due e dando retta a Montesquieu non ci siamo minimamente fatti problemi di dieta e simili idee…

4411db60-ef98-45bd-8a91-66dd8d3bf88f

Iniziamo con una tartare di mare lui e un cappuccino io… Ebbene si un cappuccino,

l’aspetto almeno era davvero quello del caro e vecchio “cappuccio”, ma poi infilando il cucchiaino si trova un trionfo di uovo funghi e tartufo… mmmm io ADORO il tartufo e questa combinazione gli rende davvero giustizia! 😉

E passiamo ai primi… Dal menù scegliamo le Linguine con ricotta, bottarga e limone mentre tra i piatti del giorno una tradizionale ma rivisitata cacio e pepe con tartufo! (Ed ora indovinate qual’è il mio piatto tra i due…! 🙂 )

79d1186f-4e45-4183-a3fb-5f6d062e7fd4 b8636bb8-879e-4b11-afc4-40acef8be43c

Ogni ingrediente sembrava esistere solo per sposarsi con gli altri e questo grande Chef ci ha regalato davvero un matrimonio di sapori unico!

Ovviamente vista la fornitissima cantina abbiamo accompagnato il tutto con due calici di Chardonnay cercando infine di digerire la mangiata con due amari Montenegro.
Abbiamo pagato 40€ pp ma non ci siamo risparmiati proprio niente quindi direi che di media si può stare tranquillamente nei 30€.
La prossima volta mi troverete al bancone…non vedo l’ora di provare l’aperitivo! 🙂

Annunci

Dove il vecchio e il nuovo si incontrano : Dublin!

Missione Dublino e la nostra cara RyanAir in quanto a prezzi abbordabili non ci delude mai, quindi check in e si parte!!

IMG_7019

Mio fratello vive li da un anno e ancora non ero riuscita ad organizzare un weekendino e visto che si trasferisce ancora una volta, mi sono subito decisa a prendere il biglietto e raggiungerlo, anche solo per avere la scusa per visitare questa città, che altrimenti non sarebbe stata tra le mie priorità…

E qui mi sbagliavo! Forse perchè non se ne parla abbastanza, forse perchè si preferisce sempre la grande città o forse semplicemente perchè non sapevo quante meraviglie nascondesse l’Irlanda!

IMG_7089IMG_7069

Innanzitutto parliamo dei tulipani…io ADORO i tulipani, e qui li trovi ovunque, dai fiorai in pieno centro ai grandi parchi, curati al centimetro da esperti giardinieri… e poi tutte quelle sfumature che regalano colori primaverili ad una città dove il sole purtroppo non le rende giustizia, baciandola come si deve.

IMG_7160E’ inoltre la città natale del grande Oscar Wilde a cui ha infatti regalato una statua appena dentro il giardino di Merrion Square. Diversa dal solito, lontana dal noioso, piena di colori e una rappresentazione unica dei vari tessuti degli abiti indossati dal grande scrittore. Un vero capolavoro e vi garantisco che ne vale la pena… quando sarete li, giratevi un momento e fermatevi 5 minuti a leggere le frasi che hanno reso celebre quest’uomo.

IMG_7164

“A cynic is a man who knows the price of everything and the value of nothing” (Oscar Wilde)

E poi c’è Molly… chiunque trascorra almeno un giorno e una sera a Dublino sentirà parlare di Molly Malone…

La leggenda narra si trattasse di una giovane dal seno generoso che alternava il mestiere di pescivendola di giorno a quello di prostituta alla notte, di cui un uomo si innamorò a tal punto da dedicarle una canzone che ormai è diventata l’inno ufficioso di questa terra e che in qualsiasi bar dopo un paio di birre si inizia a cantare in coro tutti insieme! Meraviglioso! 😀

Mi raccomando non andate via prima di essere andati a vedere la sua statua in Grafton Street e di averle toccato il seno, sotto gli occhi divertiti dei passanti che ancora non sono venuti a conoscenza di questo storico porta fortuna a disposizione di tutti! 😉

DSC_0538

Ma ora parliamo di cibo…

La carne irlandese potrebbe essere, da solo, un elemento valido per visitare Dublino…

La prima sera mio fratello ci porta a mangiare un hamburger, ma non un semplice hamburger, forse il più buono che abbia mai mangiato! Lo so che ogni volta che ne mangio uno, dico sempre la stessa cosa, ma questo posso assicurarvi che li batte tutti ad occhi chiusi ( ma bocca ben aperta!!! 😀 )

photo1Il Bunsen Burger è un localino semplicissimo, ma molto più organizzato di molti altri delle grandi città… praticamente arrivi e dai il nome e il numero di telefono, loro ti inviano un link dal quale poter controllare la posizione del tuo tavolo in lista d’attesa e intanto goderti tranquillamente un aperitivo in uno dei tanti pub vicini. Non è un’idea fantastica? 😉

Il menù è di poche parole, infatti grande come un bigliettino da visita tidownload offre la scelta tra hamburger, cheeseburger o doppio cheeseburger con patatine fini, tagliate a mano o dolci! Sono talmente sicuri della bontà dei loro ingredienti di non aver bisogno di salse, salsine o extra da aggiungere!

MERAVIGLIOSO! Posso aprire un franchising qui a Roma? non si sa mai… stay tuned! 😀

Ovviamente di proposito ho lasciato per ultima la Guinness!!!

IMG_7316

IMG_7246Se visitate Dublino non potete non visitare la Guinness Storehouse per un’esperienza affascinante, e non solo per gli amanti della birra! Appena dentro munitevi delle radio per ascoltare la spiegazione di ogni minimo spazio e poi perdetevi in questo edificio che sale per 7 piani assumendo la forma di una pinta di Guinness!

IMG_7317

A metà percorso avrete la possibilità di spillare voi stessi la Guinness perfetta e ricevere il diploma e di partecipare ad un primo assaggio…che vi farà solo venire più voglia della pinta intera!!!

Cercate di aspettare la fine del giro per consumare la vostra pinta compresa nel prezzo perchè dovete assolutamente sorseggiarla al Gravity bar, ultimo piano tutto circondato da vetrate da cui apprezzare tutta la città!

“There’s a poetry in a pint of Guinness”

IMG_7330 IMG_7327

Un ultimo consiglio?

NON VISITATE DUBLINO….. VIVETELA!!!

E se volete iniziare la giornata con un’autentica e generosa colazione irlandese vi consiglio di soggiornare in Ariel House… inutile spiegare a parole… guardate voi stessi! 😛

IMG_7191

With love!

J.